Pruneaux d’Agen IGP

La Pruneau d’Agen IGP, anche soprannominata “l’oro nero dell’Aquitania” è caratterizzata da un colore nero e lucido e presenta una polpa tenera, morbida e ambrata. È disponibile tutto l’anno e non richiede alcun tipo di preparazione. Inoltre, date le dimensioni ridotte, può essere portata ovunque e gustata in qualsiasi momento della giornata.

È un frutto che permette di decorare in tutta semplicità e con sottigliezza la cucina quotidiana e viene utilizzato come esaltatore di gusto.

Indispensabile per mantenersi in forma, è anche un alleato che aiuta a combattere la fatica in quanto fornisce energia di lunga durata per una carica durante tutta la giornata.

Visita i nostri social

Pruneaux d’Agen IGP

La Pruneau d’Agen IGP, anche soprannominata “l’oro nero dell’Aquitania” è caratterizzata da un colore nero e lucido e presenta una polpa tenera, morbida e ambrata. È disponibile tutto l’anno e non richiede alcun tipo di preparazione. Inoltre, date le dimensioni ridotte, può essere portata ovunque e gustata in qualsiasi momento della giornata.

È un frutto che permette di decorare in tutta semplicità e con sottigliezza la cucina quotidiana e viene utilizzato come esaltatore di gusto.

Indispensabile per mantenersi in forma, è anche un alleato che aiuta a combattere la fatica in quanto fornisce energia di lunga durata per una carica durante tutta la giornata.

Visita i nostri social

Territorio

La Pruneau d’Agen IGP viene prodotta in 118 cantoni che coprono sei dipartimenti: Lot-et-Garonne (70% della produzione), Lot, Dordogne, Gironde, Gers, Tarn-et-Garonne. Si ottiene esclusivamente dai frutteti di prugne d’Ente che vengono lavorate da aziende situate necessariamente nella stessa area riconosciuta.

La Pruneau d’Agen IGP proviene da un microclima ideale e da un suolo molto particolare, frutto di un know-how unico sia nella coltivazione che nell’essiccazione, che conferiscono al frutto un sapore, un’autenticità e una storia unici.

Storia

Fin dal Medioevo, la Pruneau d’Agen si ricava dalla prugna di Ente. Lungo le colline temperate delle valli della Garonne, della Dordogne e del Lot, i monaci dell’abbazia di Clairac decisero, nel XII secolo, di innestare dei pruni locali con una varietà portata da Damasco dai crociati. Nacque così la prugna d’Ente. Molto rapidamente, il prezioso frutto fu essiccato per garantirne la conservazione e lo stoccaggio. Grazie alla sua posizione sulla Garonne, Agen divenne la città principale per la spedizione delle prugne a Bordeaux, il principale porto regionale, assicurando un’ampia distribuzione.

Dal 2002, le Pruneaux d’Agen beneficiano del marchio IGP, una garanzia di qualità e di stretto legame con il territorio di origine.

Storia

Fin dal Medioevo, la Pruneau d’Agen si ricava dalla prugna di Ente. Lungo le colline temperate delle valli della Garonne, della Dordogne e del Lot, i monaci dell’abbazia di Clairac decisero, nel XII secolo, di innestare dei pruni locali con una varietà portata da Damasco dai crociati. Nacque così la prugna d’Ente. Molto rapidamente, il prezioso frutto fu essiccato per garantirne la conservazione e lo stoccaggio. Grazie alla sua posizione sulla Garonne, Agen divenne la città principale per la spedizione delle prugne a Bordeaux, il principale porto regionale, assicurando un’ampia distribuzione.

Dal 2002, le Pruneaux d’Agen beneficiano del marchio IGP, una garanzia di qualità e di stretto legame con il territorio di origine.

Informazioni nutrizionali

Le Pruneaux d’Agen IGP sono una fonte 100% naturale di fibre e antiossidanti che ne fanno dei preziosi alleati del nostro benessere e della nostra salute. Sono, infatti, un alimento completo in grado di garantire il buon funzionamento cerebrale e di stimolare il sistema immunitario, nonché di combattere l’invecchiamento cellulare e prevenire le malattie cardiovascolari. La sua ricchezza in fibra alimentare (di cui più del 55% è fibra solubile) e sorbitolo, che influenza l’azione della flora del colon facilitando il transito intestinale, gli conferisce un indice glicemico relativamente basso.

Oltre a contenere molte vitamine (soprattutto B1), minerali e fibre, è anche ricco di potassio e magnesio. Con alti livelli di polifenoli, i test ORAC lo collocano tra i migliori antiossidanti naturali.

Grazie alla loro composizione sono altresì delle vere e proprie “batterie energetiche” ideali per iniziare la giornata. La varietà dei suoi nutrienti, infatti, permette alle persone che non mangiano molto al mattino di coprire gran parte del loro fabbisogno di fibre, vitamine e minerali con un solo alimento, il che rappresenta un grande vantaggio per chi va di fretta.

Coloro che praticano sport di resistenza ne hanno fatto il loro alimento preferito, in quanto è un frutto che fornisce molta energia ma al tempo stesso risulta poco calorico e aiuta a compensare la perdita di sudore durante l’allenamento, limitando la disidratazione e la comparsa di crampi.

La Pruneau d’Agen IGP è anche considerato un alleato dimagrante, in quanto, oltre ad essere un frutto a basso contenuto calorico, ha anche un forte potere saziante, che permette di limitare gli spuntini mantenendo la linea.

Infine, essendo un alimento ricco di ferro, è raccomandato alle donne in gravidanza e contribuisce altresì al corretto sviluppo delle cellule del bambino e la ricostruzione dei tessuti della madre dopo il parto.

Consumo e conservazione

La Pruneau d’Agen IGP è sempre pronta all’uso, non richiede nessuna preparazione e si presta a diverse occasioni di consumo, a cominciare dalla colazione. È perfetta anche come spuntino pomeridiano, o come antipasto, per arricchire delicatamente le insalate, esaltare il sapore di un piatto di prosciutto crudo e melone, o aggiungere un tocco decorativo a ogni piatto. Le possibilità per gustare questo frutto prelibato e pieno di energia sono davvero molteplici.

Per quanto riguarda la conservazione, trattandosi di una frutta secca poco deperibile e disponibile tutto l’anno, non crea problemi. Si mantiene molto bene nella sua confezione, conservata semplicemente all’interno di una credenza. Dopo l’apertura, le prugne secche possono essere conservate in una scatola ermetica nel cassetto del frigorifero per preservarne la morbidezza.

Consumo e conservazione

La Pruneau d’Agen IGP è sempre pronta all’uso, non richiede nessuna preparazione e si presta a diverse occasioni di consumo, a cominciare dalla colazione. È perfetta anche come spuntino pomeridiano, o come antipasto, per arricchire delicatamente le insalate, esaltare il sapore di un piatto di prosciutto crudo e melone, o aggiungere un tocco decorativo a ogni piatto. Le possibilità per gustare questo frutto prelibato e pieno di energia sono davvero molteplici.

Per quanto riguarda la conservazione, trattandosi di una frutta secca poco deperibile e disponibile tutto l’anno, non crea problemi. Si mantiene molto bene nella sua confezione, conservata semplicemente all’interno di una credenza. Dopo l’apertura, le prugne secche possono essere conservate in una scatola ermetica nel cassetto del frigorifero per preservarne la morbidezza.

Le ricette